Dan Iroaie alla Libreria Bocca

La Libreria Bocca ospita le opere di Dan Iroaie.

Così scrive Enzo Bilardello:

“Dan è un istintivo, ha sempre disegnato e dipinto, senza disciplina, ma non senza regole.
La sua scienza della forma gli deriva dall’intuizione, consolidata da una pratica di lustri, e da una dote che lui possiede e che la maggior parte dei pittori fatica a conquistarsi: la felicità creativa, il dono…

….Dan Iroaie non è un pittore di sfumature, di colori morbidi, di passaggi modulati.
Ogni pennellata è un’affermazione perentoria, dotata di energia propria e la contiguità e soprammissione con altri colori crea un campo ad alta energia, quasi senza pause.
Lo spettatore non viene, però, esasperato, spossato… 

Da martedì 10 gennaio 2012. Ore 18.00

Dal Profondo all’Out Off

Dal Profondo in scena all’Out Off per una serata unica l’11 gennaio 2012.

In seguito alla perdita improvvisa dell’unica figlia, un padre e una madre sprofondano in un abisso di disperazione. La madre viene colpita da un ictus e non parla più, il padre – il narratore – schiacciato da questi eventi, attraverso i pensieri, le domande esistenziali, le riflessioni su se stesso e sulle persone che lo circondano, entra in una dimensione ‘onirica’ dove il vero e il falso, il reale e l’irreale, il possibile e il non possibile si fondono.

E’ una situazione tragica e grottesca allo stesso tempo, il narratore non si rende conto di essersi addentrato in un tunnel senza via d’uscita. Ma una persona verrà in suo aiuto, facendogli intravedere la possibilità e la necessità, per lui e sua moglie, di continuare a vivere, seppur dolorosamente, in maniera accettabile per entrambi.

 Lo spettacolo si sviluppa attraverso un  racconto in 12 quadri in forma di monologo a più voci, con l’ausilio di immagini e di un meccanismo scenico a tapis roulant.

Il narratore è l’attore principale al quale si affiancano altri attori che di volta in volta interpretano i vari ruoli. Tra un quadro e l’altro sono gli stessi attori a fare i cambi di scena.

I Taps Dog al Nuovo

Dopo l’incredibile successo riscosso nei più importanti teatri del mondo, i TAP DOGS – la sensazionale Compagnia australiana vincitrice di oltre 11 Premi Internazionali , scelta per aprire la cerimonia dei Giochi Olimpici di Sydney nel 2000 – tornano sulle scene con un look totalmente nuovo e reinventato, pronti a travolgere gli spettatori con 80 minuti di pura adrenalina!

Debutta a Milano al Teatro Nuovo, dopo ben 14 anni di assenza, la tournèe italiana dei TAP DOGS, il nuovo straordinario spettacolo che reinventa il Tap per il nuovo millennio combinando la precisione e il ritmo contagioso del Tip Tap con la forza e la potenza muscolare dei ballerini che si ispirano agli operai delle fabbriche di Sydney. Lo show è stato ideato nel 2010 dal talento di Dein Perry – ideatore e coreografo dei Tap Dogs –  per celebrare il 15° anniversario della nascita della Compagnia e come  tributo al  successo e alla grande popolarità che la danza ha raggiunto nel mondo.

Dal 10 al 15 gennaio.

Cenone e Drag Queen al Little Italy

Un capodanno diverso da Little Italy.

Dalle 21 la più nota  pizzeria gay-friendly un cenone di San Silvestro con animazione di drag queen a 60€ (o 80€ con ingresso con consumazione alla serata PourHomme dei Magazzini Generali).

Ricco il menu della serata: gnocco fritto e affettati, cocktail di gamberi, insalata di mare, lasagnetta con ragù bianco di vitello e porcini, risotto ai frutti di mare, arista di maiale con castagne e cipollotti glassati, gamberoni cotti nel forno a legna al cognac, zampone & lenticchie, crema catalana fatta in casa con gelato al vin santo e noci, panettone con crema di mascarpone, acqua, caffè e prosecco

Capodanno al De Sade

Capodanno con il botto al de Sade.

Ci sono tre staff Din Daa Daa, Atelier Afterhours e Milano For Fun per 12  ore no-stop.

Tre super dj di fama mondiale Sascha Dive (uno dei nuovi idoli della scena deep tedesca), Marcus Fix (dj e produttore di minimal-deep-house europea) e Italoboyz (Marco Donato e Federico Marton che propongono electro, minimal e acid house) affiancati dai resident .

Cena servita a 80€ (carpaccio di salmone scottato in rotolino di sfoglia alla maggiorana; filettini di razza in guazzetto su dadini di polentina croccante; insalata di gamberi e frutta esotica in mezzo ananas; dadini di tonno fresco marinati con valeriana in mezzo pompelmo rosa; involtini di carpaccio vitello pinoli erbette croccanti e tartufo bianco; cialda di grana padano con mousse di caprino all’erba cipollina; ratatouille di pere kaiser pecorino bresaola e carciofi; tortino di porcini primo sale e anacardi; terrina di zucchina taleggio e pinoli; frittelle di mele con salame di cinghiale e suprema di ribes; canapé con salame di norcia e suprema di passito e fichi secchi; spiedino di capesante alla curcuma e strisce di buccia d’arancia; tortino di ricotta zucca con fonduta di caprino; crespella ripiena di scampi e julienne di melanzane al timo fresco; gnocchetti di farina di castagne con funghi porcini e glassa di mirtilli; mezzo astice con ripieno di fagioli neri piccanti; filetto di manzo cinto di crudo alla nerone; panettone; frutta fresca; lenticchie e cotechino) oppure cena a buffet a 40€ (insalatina di campo con salmone, tonno e spada marinati e verdure in agro-dolce di lime; insalatina di campo vegetariana con carote, zucchine e melanzane semi di zucca e noci marinate in agro-dolce di arance; insalatina di seppioline con taccole verdi  e cavoli cappuccini rossi; cofanetto di sfoglia con filetto di branzino e ratatouille di carciofi al moscato e tarassaco; carpaccio di bietola e sedano di verona marinato in citronade ai semi di senape; spiedini con gamberi e porri in salsa piccantina di  pomodorini; spiedini di ricotta di pecora pomodorini e olive kelemata; quiche con ricotta bacon e brie; torcetti con porcini, cime di rapa e grana; risotto grezzo mantecato con gamberi, rucola e salsa al lime; involtini di sogliola ai fiori di gelsomino su lattughino al balsamico; filetto di manzo in crosta di sale alle salse aromatiche; panettone; frutta fresca; lenticchie e cotechino). Ingresso a 20€ entro mezzanotte; poi 30€.
De Sade, via Valtellina 21.

Antonio Albanese agli Arcimboldi

Fine Anno con il botto agli Arcimboldi.

In scena Antonio Albanese con tutti i suoi personaggi per cominciare l’anno nuovo, ammazzandosi, letteralmente dalla risate:  viaggio comico e stralunato nell’Italia di oggi e ci sono tutti, ma proprio tutti:  Perego (l’industriale brianzolo costretto a vendere la fabbrichetta ai cinesi), l’onorevole  Cetto Laqualunque, il mitico Alex Drastico e il dolce Epifanio.

E tante novità: il Ministro della Paura, il serafico sommelier, il visionario ottimista, l’immigrato che non riesce a inserirsi al Nord.

Uno straordinario One Man Show, per raccontare questo nostro Paese pieno di Tic e di contraddizioni, frustrazioni e becera arroganza.  

Personaggi. Teatro degli Arcimboldi. Ore 22. V.le dell’Innovazione 1. Tel. 02.64.11.42.212. Il 31 dicembre euro 138-46 (incluso brindisi)