Il Cavaliere d’Africa di Ilaria Goffredo

L’Africa maestosa, povera e selvaggia, un amore totalizzante e contrastato e la conoscenza del diverso sono gli elementi portanti di questo secondo romanzo di Ilaria Goffredo.

L’autrice, traendo ispirazione dalla sua esperienza di volontariato in Kenia, crea questa delicata storia d’amore tra Selene, una giovane italiana alla sua prima esperienza in Africa, ed Edwad, un ragazzo di colore,  che nella missione lavora come insegnante.

Un amore più forte di qualunque cosa che, pur scontrandosi con le differenze culturali e di background dei protagonisti, e con la presa di coscienza di Selene verso una realtà crudele e violenta, che non tutela i più deboli ma li condanna, diventa un simbolo di speranza, insegnando che abbiamo il potere di cambiare il mondo, se solo ci impegniamo un poco.

Perfetto per chi ama le storie d’amore e per chi ama viaggiare sulle ali della fantasia.

Sinossi

Selene è una ragazza italiana come tante. Un giorno parte per il Kenya, destinazione Malindi, per lavorare come volontaria in una scuola professionale. Si innamora dell’Africa e di Edward, un giovane insegnante kenyota bellissimo, passionale e istintivo. Tra loro esplode un amore travolgente, viscerale, ma anche difficile a causa delle grandi differenze culturali. Insieme affronteranno l’Africa travagliata e magica, con i suoi colori e i suoi profumi.

Il Cavaliere d’Africa di Ilaria Goffredo. 0111 edizioni

Libri: Consigli per L’estate

buongiorno a tutti.

Prima di chiudere per la pausa estiva e la ristrutturazione, che a settembre ci renderà più belli e più grandi, vogliamo lasciarvi con qualche buon consiglio di lettura.

Si sa, l’estate, le giornate in spiaggia sotto l’ombrellone o al fresco della montagna invitano alla lettura.

Da oggi e nei prossimi giorni, ecco qualche libro suggerito da noi e rigorosamente made in italy.

Diamo spazio ai nostri giovani talenti!

 

Share the City: Musica ed Eventi

Arriva a Milano Share the City dal 12 al 15 luglio 2012, una tre giorni dedicata alla creatività.

 La creatività è il prodotto di incontri e di contaminazioni orizzontali.

L’arte e la musica e ogni espressione artistica non devono rinchiudersi ma diffondersi e generare sinergie virtuose.

Questo è il concept della manifestazione, patrocinata dall’Assessorato alla Cultura della Regione Lombardia e dall’Assessorato Moda Eventi Expo della Provincia di Milano, che si terrà dal 12 al 15 luglio, negli spazi interni del Ramstudios e nel suo magico giardino all’aperto, in via Luigi Nono 7, Fabbrica del Vapore fdv lab., a Milano, con entrata libera e gratuita, perché Milano vuole spazi di libera condivisione creativa.

 

Il progetto “SHARE THE CITY” realizzato dall’Ass. CAP e LaCrew, è il contenitore per la creatività i cui esiti rappresentano vere e proprie espressioni di forza, identità e valore. Non si tratta di una semplice esposizione, quanto di un’esperienza artistica che permette uno sguardo approfondito su quanto accade al di fuori di certi segmenti: è una finestra sulle sperimentazioni e sulle avanguardie creative declinate sotto diverse forme, nell’ambito dell’arte contemporanea e della musica.

Dar voce all’Arte in tutte le sue forme (pittura, illustrazione, fotografia, scultura ed installazioni video) dei giovani anonimartisti del collettivo r-EVOLution (Alan Zeni, Alessandro Minoggi, Mattia Barf Carne, Francesca Lolli, Lele De Bonis, Linda Ferrari, Manu Zuccarotta, Manusch Badaracco, Marcella Savino, Matteo Suffritti e Stefano Landolfo) per comunicare e condividere messaggi importanti e porre  l’attenzione sui temi che affliggono la nostra società, con una grande mostra e

sensazionali performance live painting all’aperto, dove il pubblico presente verrà coinvolto attivamente dagli artisti.

 

Anche la Musica sarà protagonista in questa kermesse, con la partecipazione di grandi artisti del panorama musicale italiano e internazionale, nell’ambito del Jazz, del Soul, del Funky, del Reggae, della Techno che hanno sposato il progetto: il live Dj Set Show di Rata & Geppi, la versione sound system della famosa band CASINO ROYALE, le sonorità classiche e le improvvisazioni frizzanti dei DELIRIUM JAZZ BAND, il Dj Set dal gusto e dal sapore particolare della cantante jazz, deejay e producer MISS IN RED, la sessione acustica tagliente e melodica, che esce dai classici schemi della musica punk rock internazionale, del gruppo LA COLLISIONE, il beat sapiente dei MOKAMBO BROTHERS, dai baffoni neri e grandi cappelli a testa larga, l’esperienza del cosmonauta dell’universo techno-minimal, appresa tra Berlino e Detroit, del milanesissimo DJ MACHINE, l’underground e lo

stile apprezzato in tutta Europa, sia per i dj set che per le produzioni, del fantastico duo Vladi Elz e Geronimo dei THE ELECTRICALZ.

 Inoltre, grazie alla collaborazione con MILANOVINO, direttamente dal produttore al consumatore, una selezione di vini bianche e rossi di etichette di qualità (Chardonnay, Cabernet Sauvignon “Solicum” e Prosecco di Valdobbiadene Extra Dry Docg “Col de Mez” della Cantina Colli del Soligo, Vermentino di Sardegna Doc “Tyrsos” di Contini, Falanghina del Beneventano di Nativ e Bonarda Frizzante Doc di Caselleone) che gli ospiti potranno degustare ed apprezzare, grazie al supporto di un sommelier che ne spiegherà le caratteristiche differenti, durante le tre serate d’evento.

Fuori Porta: Piscina di Varedo

Con la calura estiva viene voglia di trovare refrigerio in piscina.

Per coloro che avessero voglia di lasciare Milano ecco qualche buon indirizzo.

Cominciamo con la piscina di Varedo.

Il Lido Azzurro di Varedo  sorge sugli ex terreni di proprietà della nobile casata Bagatti, a due passi della storica Villa Bagatti di Varedo. Alle spalle del centro natatorio passa, ben visibile, l’antico Viale alberato che dal Comune di Paderno Dugnano giunge fino a Varedo, alle porte della suddetta Villa. Oggi tutta la zona su cui l’impianto, la Villa e il Viale Bagatti insistono è stata annessa al Parco Grugnotorto che sta, insieme al comune, riqualificando e valorizzando l’area.

C’è una piscina coperta di 50 mt, una piscina esterna di 33 mt ed una più piccola esterna dedicata ai bambini.

Spazio verde per rilassarsi al sole,- è possibile portare una propria sdraio o asciugamano- ed un bar.

Pro. solarium ampio, pochi problemi di parcheggio, vasca interna ampia con uno spazio per il tuffi.

Contro. Gli assistenti di balneazione hanno poco controllo della situazione, quando comincia ad esserci affollamento. I bambini in acqua non hanno l’obbligo dei customini contenitivi. docce a pagamento.

Lido Azzurro di Varedo. via Rebuzzini  20. Varedo.

Ingresso.  Feriale 7, 50. Festivo giornaliero 10,00. Festivo Pomeridiano 7,00.

 

Beth Ditto e i Gossip all’Alcatraz di Milano

Beth Ditto sbarca con la sua band all’Alcatraz di Milano il prossimo 27 novembre.

In continua evoluzione e in perenne lotta alle convenzioni, tornano i Gossip con “Perfect World”, il primo singolo <http://www.gossipyouth.com/&gt; estratto dal loro nuovo quinto album di studio, A Joyful Noise, che è stato pubblicato il 15 maggio via Sony Music. A Joyful Noise è stato prodotto da Brian Higgins, genio del pop (Kylie Minogue, Pet Shop Boys, Girls Aloud).

 Del trio americano, che unisce soul, gospel, rock, funk, disco, punk, passione e ribellione, fanno parte la cantante Beth Ditto, il chitarrista Nathan Howdeshell e la batterista Hannah Blilie. Formatisi a Olympia, nello stato di Washington, nel 1999, i Gossip hanno conquistato l’attenzione di pubblico e stampa mondiale nel 2006, con la pubblicazione del loro album di esordio Standing In The Way Of Control, e da allora sono sotto i riflettori. Il loro album più recente, Music For Men del 2009, ha venduto oltre un milione di copie nel mondo ed è stato acclamato sulle due sponde dell’Atlantico, al punto che Clash Magazine l’ha proclamato “il disco più elettrizzante che ascolterete quest’anno”.

Beth Ditto, l’audace e provocatoria front woman dei Gossip, che ha firmato una collaborazione con MAC Cosmetics per una collezione di make-up in uscita in estate, è il vero motivo per innamorarsi della band. Come ha efficacemente sottolineato Billboard, Beth Ditto “utilizza tutta la sua schietta sensualità per sedurre con un fascino piacevolmente intimidatorio”, catturando tutti nella sua rete.

Aperte le prevendite

Elad Lassry al Pac di Milano

Inaugura oggi al PAC, Padiglione d’Arte Contemporanea, la mostra monografica dedicata al lavoro di Elad Lassry, a cura di Alessandro Rabottini, che rimarrà aperta gratuitamente fino al 16 settembre 2012.
La mostra, promossa e prodotta dal Comune di Milano – Cultura, Moda, Design e dal PAC, ad oggi rappresenta la più ampia panoramica mai realizzata sul lavoro dell’artista israeliano, che il pubblico italiano ha già avuto modo di apprezzare nell’ultima edizione della Biennale di Venezia.

“Completiamo con questa mostra l’offerta espositiva e culturale dell’estate milanese – ha detto l’assessore alla Cultura Stefano Boeri –. Un’offerta pensata all’insegna della gratuità, che caratterizza quest’estate, l’ingresso di tutte le mostre e i musei civici,  e propone un inedito palinsesto di approfondimento dell’arte contemporanea mai realizzato prima a Milano: dalla mostra ‘Addio Anni 70’ alla personale  ‘The End’ di Fabio Mauri a Palazzo Reale, da ‘Episodi d’arte’, che espone al Museo del Novecento una selezione dell’editoria d’arte degli anni Settanta, a questa mostra, appunto, che sposta l’attenzione dall’esperienza milanese e allarga l’orizzonte alle esperienze artistiche contemporanee”.

Notte Europea dei Ricercatori a Milano

La “Notte europea dei ricercatori” si terrà il prossimo 28 settembre, e darà vita a una serie di iniziative coordinate in tutta la Regione, al fine di divulgare l’importanza della ricerca per lo sviluppo culturale ed economico del Paese.

L’evento, organizzato dalle principali università milanesi tra loro coordinate, è stato sostenuto attivamente da Regione, Comune di Milano e Fondazione Cariplo.

“è la prima volta, da quanto la Commissione europea ha istituito il programma, che Milano partecipa all’evento attraverso un proficuo coordinamento tra università e Comune. L’Amministrazione garantirà tutti i servizi utili alla buona riuscita della giornata e offrirà l’apertura notturna dei musei civici”, ha spiegato l’assessore Cristina Tajani.

“Anche a fronte dell’ulteriore taglio di 200 milioni al fondo di finanziamento ordinario delle università annunciato ieri dal Governo – ha proseguito Cristina Tajani – è necessario fare rete e mettere in comune sforzi e risorse. Il Comune di Milano intende dare centralità al nostro sistema dell’alta formazione e della ricerca. Proprio oggi infatti, è stato istituito il tavolo di coordinamento permanente tra Amministrazione, Rettori, Conservatorio e Accademie ed un rappresentante del coordinamento parteciperà al tavolo per lo sviluppo voluto dal Sindaco di Milano”.