Programmare l’Arte al Museo del Novecento

Fino al 3 marzo 2013, il Museo del Novecento ospiterà due nuove esposizioni: “Collezionare il Novecento. Claudia Gian Ferrari gallerista, collezionista e storica dell’arte” nello Spazio mostre e “Programmare l’arte. Olivetti e le neoavanguardie cinetiche” negli Archivi del Novecento.

“Programmare l’arte”, a cura di Marco Meneguzzo, Enrico Morteo, Alberto Saibene, è il titolo della mostra allestita negli Archivi del Museo, dedicati a Ettore e Claudia Gian Ferrari, che riprende a cinquant’anni di distanza l’esposizione che ebbe luogo nel 1962, nei negozi Olivetti di Milano e Venezia e che fu curata da Bruno Munari.

Ricordare a cinquant’anni di distanza la mostra che diede a questi artisti rilievo nazionale, e non solo, significa riflettere sulle possibilità di ricerca che l’Arte Programmata e Cinetica ha aperto nel dopoguerra, non solo in campo strettamente artistico, ma abbracciando grafica, architettura e design e spingendosi fino al confronto con le nuove tecnologie.

Orari: LUN. 14.30 – 19.30 MAR. MER. VEN. e DOM.  9.30 – 19.30 GIO. e SAB.  9.30 – 22.30 – Ingresso 5 euro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...