A Teatro con Tre Euro

teatroPare uno scioglilingua e si tratta invece di una bella iniziativa del Comune di Milano, per garantire la possibilità di assistere a spettacoli teatrali anche alle fasce economicamente più deboli della cittadinanza.

La rosa degli spettacoli in programma, portati in scena dai migliori registi e attori, conferma lo spirito dell’ormai storica iniziativa, particolarmente attenta ai giovani, agli anziani e ai bambini. Alle rappresentazioni teatrali, che spaziano dagli autori classici ai contemporanei, quest’anno si affiancano un concerto sinfonico e un musical, per un’offerta ancora più varia.

Il numero dei coupon in distribuzione varia in relazione alla capienza delle sale. Ogni coupon andrà presentato alla biglietteria del teatro e permetterà l’acquisto di un biglietto al prezzo ridotto di € 3,00.
I coupon vanno ritirati, a partire dalle date indicate per ciascuno spettacolo (presentandosi al mattino o al pomeriggio come specificato), presso:
• Info Point Politiche Sociali e Cultura della Salute –  C.A.M. Gabelle, via San Marco 45 – tel. 02 884.63000
MATTINA: dalle ore 9.00 | POMERIGGIO: ore 14.00
 Informagiovani, via Dogana, 2 –  tel. 02 884.68390-391
MATTINA: ore 10.00 | POMERIGGIO: ore 15.00

Il prossimo spettacolo che aderisce all’iniziativa è  Milano, spettacoli teatrali a 3 euro Eventi a Milano
LA TRILOGIA DELLA VILLEGGIATURA: venerdì, 10 maggio ore 15.00, Teatro Leonardo da Vinci (500 posti) |

La Milano di Riccardo Luchini allo Spazio Tadini

mg_6633Riccardo Luchini racconta allo Spazio Tadini la Milano delle Periferie.

La città di Luchini è osservata dalle zone di transito, dalle periferie agli snodi ferroviari, dalle strade di percorrenza alle ragnatele di cavi elettrici che la “imprigionano”. Una città grigio su grigio, tono su tono, un solo tono. Un solo suono, quello del rumore: del fischio dei treni, dei freni, delle gomme sull’asfalto che rallentano agli incroci. Solo odori grigi: quello dello smog, dei gas di scarico, del ferro dei binari, del fumo, della nebbia che addensa l’aria, quel grigio delle nuvole cariche di una pioggia che cade solo su asfalto che non assorbe e non alimenta la terra, ma produce acque reflue che ammorbano. Luoghi in cui gli esseri viventi lasciano solo le loro orme di passaggio, le loro ombre: non ci sono, non si vedono, si immaginano soltanto.“


Riccardo Luchini è nato a Milano. Ha svolto il ruolo di docente presso l’Accademia di Belle Arti di Brera (Milano) e Accademia di Belle Arti di Roma. Attualmente è docente presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara. Vive e lavora a Pieve a Elici, Massarosa (Lucca).

Fino al 9 maggio 2013.

 

All’Elfao Battiston e la sua Italia Raminga

logo-teatro-elfo-pucciniGiuseppe Battiston e Gianmaria Testa tornano di nuovo insieme in palcoscenico, dopo i successi di 18 mila giorni – Il Pitone, a raccontare dell’Italia e delle migrazioni nostre del secolo scorso. Lo fanno attraverso la poesia e le parole di Giovanni Pascoli, ma anche attraverso la musica e le canzoni dello stesso Gianmaria Testa che al tema delle migrazioni contemporanee ha dedicato un intero album, Da questa parte del mare. Italy debutta al Festival della Mente di Sarzana in prima assoluta.

Scritto da Pascoli nel 1904, Italy è un poema composto da due canti per un totale di 450 versi. Ispirato a una vicenda realmente accaduta a un amico del poeta, ha come sottotitolo Sacro all’Italia raminga e narra le vicende di una famiglia di emigranti. Protagoniste sono una bimba nata oltreoceano (in America) e portata in Italia, a Caprona, dagli zii per curare la tisi, e sua nonna che la accudisce. Vicenda personale a parte, Pascoli racconta le condizioni di un’Italia lontana nella storia e nella memoria; un’Italia che sotto la morsa della povertà lascia andare i suoi figli in cerca di fortuna e li manda lontano a edificare un nuovo mondo, a confrontarsi con una società che non li vuole e che li vede stranieri in ogni luogo, “orfani del mondo”. Un’Italia personificata, che si arrabbia, piange, si dispera e talvolta riesce a provare pena.

Enzo Jannacci ed Ugo Tognazzi al Mic

cinemaUn appuntamento da non perdere per gli appassionati di Cinema.

Il Mic, Museo Interattivo del Cinema ricorda  dal 2 maggio al 5 giugno,  Enzo Jannacci e Ugo Tognazzi, in una retrospettiva cinematografica.  

Cantautore, cabarettista, voce di quella Milano da “Vita Agra” (in questo senso più che rappresentativo il suo esordio cinematografico – con la canzone L’Ombrello di mio fratello –  nel film tratto dal romanzo di Luciano Bianciardi con protagonista un meraviglioso Ugo Tognazzi), Vincenzo “Enzo” Jannacci è stato un’icona indimenticabile che ha segnato un’epoca, cimentandosi in tutte le forme di spettacolo.

Tognazzi e Jannacci lavorano insieme anche in Romanzo popolare di Mario Monicelli, una commedia ironica e un eccellente film nazional-popolare le cui musiche e dialoghi in dialetto sono stati rivisti da Jannacci e Beppe Viola, e ne L’udienza di Marco Ferreri, unico film con Jannacci protagonista, un racconto kafkiano di drammatica satira del Potere in cui interpreta molto bene lo spaesamento di un’anima in una realtà violenta e tetra.

 Gli altri titoli in programma: La donna scimmia di Marco Ferreri, che vede Ugo Tognazzi in una performance esemplare interpretando l’ambiguità di un uomo medio in un grottesco che con genialità affronta il tema dell’anormalità familiare; La bellezza del somaro, penultimo film di Sergio Castellitto e ultima apparizione cinematografica di Jannacci, racconta la storia di Marcello (Castellitto), padre fin troppo amicale di una diciassettenne che trova l’amore in Armando (Jannacci) un uomo anziano e composto; Venga a prendere il caffè da noi di Alberto Lattuada, trasposizione cinematografica del romanzo La spartizione di Piero Chiara, in cui fa da protagonista l’interpretazione memorabile di Tognazzi; La califfa di Alberto Bevilacqua, commedia a sfondo sociale tratta dal suo omonimo romanzo.

 

 

Expodays 2015: Gli Appuntamenti della Prima Settimana di Maggio

expoAppuntamento a Milano per tutto il mese di maggio con gli Expo Days 2015.

La seconda edizione degli “ExpoDays” è promossa dal Comune di Milano e da Expo 2015 S.p.A., nel quadro del programma City Operations, il piano delle attività integrate per la preparazione della città all’accoglienza dell’Esposizione universale, e durerà quest’anno un intero mese: trentadue giorni duranti i quali Expo Milano 2015 entrerà nella vita quotidiana dei milanesi e di chi verrà in città per lavoro o per turismo.

La prima settimana, che culmina nel week end del 4 e 5 maggio, è dedicata ai temi dell’alimentazione e della relazione tra metropoli e agricoltura periurbana. Momenti centrali saranno la firma del Sindaco di Milano a Palazzo Marino della una Carta contro gli sprechi alimentari, il 3 maggio; l’iniziativa “Cascine Aperte”, che vedrà 25 cascine milanesi aprire le loro porte ai cittadini con proposte di attività gratuite dedicate a grandi e piccini, il 4 e 5 maggio; e i mercati contadini al Castello Sforzesco con “Cibi d’Italia”, dal 3 al 5 maggio a cura di Coldiretti. Infine presso la Fabbrica del Vapore il 4 e il 18 maggio Slow Food organizza il “Mercato della Terra di Milano”, dove sarà possibile acquistare i prodotti della terra direttamente da chi li produce. Durante questo fine settimana si terrà un appuntamento di alto valore simbolico per Expo Milano 2015: la mattina del 4 maggio in Corso Vittorio Emanuele II saranno svelate le nuove bandiere dei Paesi che hanno confermato la propria adesione all’Esposizione Universale. I vessilli andranno così ad arricchire il Boulevard delle Bandiere che da via Dante si spinge già fino al Corso.

Primavera di Baggio: Il Concerto

musica_classicaOggi, alle ore 20.45, presso la Chiesa Vecchia di Sant’Apollinare in Baggio in via Ceriani 3, si svolgerà il secondo concerto della “Primavera di Baggio” con la Stagione Concertistica Internazionale.

 “È per me un piacere partecipare a questa festa aperta a tutta la città, lo dico da musicista prima che da assessore. È sempre un’occasione di gioia poter ascoltare la musica dal vivo suonata da grandi musicisti, per di più in uno splendido luogo come questo. Apprezzo particolarmente, poi, che concerti di artisti così importanti vengano proposti fuori dalla consueta realtà del centro e raggiungano anche la periferia di Milano coinvolgendo le Zone, come in questa occasione è stato fatto con il Consiglio di Zona 7 e le associazioni che hanno collaborato. Trovo che in questo modo la musica diventi il mezzo con il quale unire sempre più tutta la città”, ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno.

 La “Primavera di Baggio” è quest’anno alla sua seconda edizione. Nella serata di oggi, dal titolo “Un tè fuori sé”, verranno eseguite le musiche di Mozart, Fauré, Stravinskij, Shostakovitch, Kapustin e Bartòk.

I successivi concerti sono in programma la sera del 26 aprile con “Le aragoste fan quadriglia” e la sera del 3 maggio con “Attraverso lo specchio”.

Prima dei concerti verrà offerto un aperitivo e nella chiesa di Sant’Apollinare durante le quattro serate saranno esposti i lavori del pittore Gabriele Poli.

FermoImmagine: una Mostra su Liz Taylor

liz taylorA Milano la mostra “Impareggiabile Liz”: nel 50° anniversario del colossal Cleopatra (1963), e a due anni dalla scomparsa dell’attrice, una mostra celebra il mito di Liz Taylor raccontato dai manifesti dei suoi film.

Più di cinquanta manifesti originali, memorabilia, video, gadget, riviste d’epoca, riproduzioni di abiti e gioielli e testimonianze ne raccontano la carriera e la figura personale raccontando una grande pagina del cinema internazionale. L’evento è ospitato – dal 19 aprile al 30 giugno – nei saloni di Fermo Immagine Museo del Manifesto Cinematografico di Milano, nuovo spazio espositivo collocato nella storica via Gluck, che viene tra l’altro inaugurato proprio in questa occasione

FermoImmagine – via Gluck 45 – Milano