Corti Animati d’Autore al Mic

cinemaPresso il MIC – Museo Interattivo del Cinema di Viale Fulvio Testi 121, il 19, 20 e 21 aprile, Fondazione Cineteca Italiana presenta una rassegna dedicata al cinema d’animazione d’autore italiano e francese con rarità quali l’edizione restaurata dalla Cineteca delle Opere d’arte in movimento di Simone Massi.

Il primo appuntamento è con Persépolis di Marjane Satrapi e Vincent Paronnaud, capolavoro autobiografico del 2007 in cui la vita dell’autrice si incrocia con le sorti dell’Iran e l’instaurazione della Repubblica Islamica, si prosegue con i corti animati di Gianluigi Toccafondo, animazioni sperimentali che avanzano liberamente come una poesia non indicando un racconto. E’ poi la volta di Appuntamento a Belleville, lungometraggio di Sylvain Chomet dedicato al Tour de France; dello stesso autore è presente in calendario L’illusionista, basato su una sceneggiatura di Jacques Tati, storia di un illusionista in crisi che, con l’emergere delle rock-star, si vede costretto ad accettare incarichi sempre più indegni. Il vecchio illusionista viaggia in lungo e in largo, alla ricerca della sopravvivenza, che è anche la sopravvivenza della sua arte, dunque del proprio essere. Portatore ancor prima che di magia, del senso di meraviglia da donare a un’umanità, soprattutto fanciullesca, ancora in grado di lasciarsi incantare dalle piccole cose che la quotidianità può offrire, senza preamboli, ma con autentica sincerità.

Chiude la serata di venerdì un appuntamento con Simone Massi, riconosciuto a livello mondiale come uno dei più importanti autori italiani di cinema d’animazione con il suo Opere d’arte in movimento restaurato per l’occasione dalla Cineteca Italiana. I film di Simone Massi spiccano per raffinatezza, intelligenza e capacità tecnica, con pochi e semplici tratti raggiunge un lirismo altamente espressivo coinvolgendo lo spettatore in una narrazione di alto contenuto emotivo. I suoi cortometraggi sono frutto di un lavoro manuale lungo e faticoso, oggi quasi del tutto scomparso nel cinema d’animazione: Massi non solo disegna e colora ogni singola tavola del film ma rifiuta qualsiasi tipo di supporto tecnologico restituendo così al disegno animato la sua originaria espressività.

L’apertura straordinaria di sabato verrà introdotta da La tela animata di Jean-François Laguionie, lungometraggio ambientato su un quadro incompiuto; a seguire Valzer con Bashir di Ari Folman, documentario d’animazione sulla guerra del Libano vincitore fra gli altri premi di un Golden Globe per il miglior film straniero

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...