Lo Spazio Oberdan celebra Wagner

cinemaDal 27 maggio al 3 giugno lo Spazio Oberdan celebra il duecentenario della nascita di Wagner.

Duecento anni orsono nasceva Richard Wagner. Una data destinata non solo a cambiare la storia del melodramma ma anche, più in profondità, a dare inizio ad una stagione che rivendicava per l’arte la pretesa di cambiare il mondo e per l’artista il ruolo di demiurgo di tale rinascita.

Capire Wagner. Avvicinarsi attraverso sentieri poco esplorati, o del tutto inediti, al cuore della musica e del pensiero wagneriano, è il contributo che questa iniziativa vuole offrire perché questo bicentenario depositi dietro di sé un lascito di consapevolezza.

 Si parte lunedì 27 maggio con la straordinaria presenza del critico musicale e saggista Quirino Principe e la conversazione “Richard Wagner, così vicino così lontano. Ovvero, camminando verso il fuoco”.

Saranno poi proiettati due film muti con l’accompagnamento musicale di Rossella Spinosa: Parsifal di E. Porter, uno dei padri del cinema americano, che porta sullo schermo una delle primissime riduzioni filmiche del Parsifal, popolare personaggio del ciclo arturiano, nonché uno dei film più costosi e ambiziosi realizzati dal regista; Tristano e Isotta di Ugo Falena, trasposizione cinematografica di uno dei più famosi e struggenti miti della tradizione occidentale.

Segue il giorno successivo La caduta degli dei di Luchino Visconti, storia della famiglia tedesca degli Essenbeck nel biennio 1933-34. Poeta del negativo, Visconti riprende qui, tenendo d’occhio Macbeth di Shakespeare, I demoni di Dostoevskij, Götterdämmerung di Wagner e Thomas Mann, la sua vocazione di registratore di crolli, profanatore di romanticismi, cantore di corruzioni e dissoluzioni. Forzature, dissonanze, compiacimenti sono i peccati minori di un film di fosca potenza, con attori di prim’ordine.

Il 10 giugno imperdibile appuntamento con Quirino Principe  che introdurrà “Ascoltando Richard Wagner : come la musica diviene cosmo” , a seguire il film, in anteprima italiana, Ludwig – Requiem fur einen jungfraeulichen Koenig di Hans Jurgen Syberberg, per quadri di forte impianto teatrale e operistico, la storia del famosissimo re di Baviera Ludwig II di Wittelsbach. Ludwig è il primo film della “trilogia tedesca” del regista.

Annunci

One thought on “Lo Spazio Oberdan celebra Wagner

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...