Micheal Haneke allo Spazio Oberdan

cinemaLo Spazio Oberdan dedica una retrospettiva al grande regista Micheal Haneke, dal 29 maggio al 27 giugno 2013.

In 25 anni di carriera Haneke è entrato di diritto nell’Olimpo della settima arte.

Fin dai suoi primi film e fino ad Amour, con lo sguardo lucido e rigoroso di un anatomopatologo, questo filosofo dell’immagine ha saputo illuminare le zone più oscure della nostra società, mettendo a nudo le paure esistenziali e le tempeste emotive che si nascondono sotto la sua superficie e che sempre sono pronte a esplodere. Il cinema di Haneke non è mai compiacente né benevolo, il suo scavo nelle pieghe più inquietanti ed enigmatiche dell’animo umano è condotto con severo coraggio e senza indulgenza, ma sempre con la compassione di chi non si innalza mai al di sopra dei propri personaggi, di chi ne condivide la sofferenza, ed è convinto che per ogni uomo il miglior modo di affrontare le proprie fragilità, di controllare le proprie più inquietanti pulsioni non sia rimuoverle ma conoscerle, aprendo gli occhi.

 Oltre al documentario Micheal Haneke, professione regista, il percorso alla scoperta della poetica e dell’estetica di Haneke sarà completato dalla riproposta di sei dei suoi migliori lungometraggi: Fanny Games, Storie – Racconto incompleto di diversi viaggi; La pianista, Caché-Niente da nascondere, Il nastro bianco e Amour

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...