Capodanno al Teatro Libero: Le Nozze dei Piccolo Borghesi

Nozze-5-480x320Irriverente, ironico, spassoso e perfettamente recitato.

Questi gli ingredienti della piece teatrale Le Nozze dei Piccolo Borghesi, di Bertold Brecht, in scena al Teatro Libero di Milano fino al 31 dicembre 2013.

Una festa di matrimonio, amici e parenti seduti a tavola festeggiano i novelli sposi: con il passare del tempo l’euforia e l’allegria del vino lasciano il posto alla meschinità umana, svelando piccole invidie e rancori mai sopiti, e tutti quei piccoli segreti che il perbenismo borghese vorrebbe invece nascondere.

E così come cala il velo della menzogna e si disfano le apparenze,  si smonta penosamente sotto gli occhi degli invitati l’arredamento della nuova casa fatto a mano dallo sposo.

Uno spettacolo divertente, una regia indovinata: si ride e molto a questo banchetto di nozze.

Si ride perché mai come in questo spettacolo il teatro si fa specchio della realtà: c’è un po’ di ognuno di noi negli sforzi degli sposi nel mostrare orgogliosi la loro casa e la loro nuova vita agli amici, nella goffaggine del suocero, ormai anziano, che racconta senza filtro aneddoti e storielle prive d’importanza, nell’invidia dell’amica del cuore insoddisfatta della propria vita matrimoniale, nella scarsa autostima della madre che cerca la propria conferma sociale nei complimenti degli invitati per la sua cucina.

Impagabile poi l’idea di aprire lo spettacolo con una sorta di comincio cinematografico di in cui i personaggi, tirati dai fili dell’ apparenza -burattinaio, animano  per i divertiti spettatori le “scene di un pranzo di nozze”.

Lo spettacolo sarà in scena al Teatro Libero anche la notte di Capodanno (31 dicembre 2013) e al termine dello spettacolo un brindisi con la compagnia accompagnerà il nuovo anno.

Le Nozze dei Piccolo Borghesi. Regia di Corrado d’Elia, con Corrado d’Elia, Monica Faggiani, Gianni Quillico, Mino Manni, Cinzia Spanò, Gustavo La Volpe, Eliana Bertazzoni, Diana Ceni, Andrea Finizio

Capodanno 2013: Caveman al Teatro Don Bosco

teatroNon sapete cosa fare a Capodanno? Il teatro può essere la soluzione perfetta.

Ecco la proposta del teatro don Bosco per il 31 dicembre 2012.

Un’edizione speciale di “Caveman”, l’esilarante spettacolo sul rapporto di coppia. Lo spettacolo, nato a New York nel 1995, è stato esportato in 30 paesi nel mondo e tradotto in più di 15 lingue differenti. È vero che gli uomini sono tutti stron…? Per rispondere a questa domanda, l’autore dello spettacolo Rob Becker, ha condotto tre anni di studi di antropologia, preistoria, psicologia, sociologia e mitologia che lo hanno portato a questa conclusione: gli uomini e le donne sono “semplicemente” diversi! Nella preistoria, l’uomo era cacciatore, la donna raccoglitrice. Non solo. Le donne collaboravano tra loro, mentre gli uomini trattavano. Da tali origini hanno sviluppato facoltà e qualità diverse: ecco spiegati gli eterni dissidi e le continue incomprensioni tra i due sessi.

Il pubblico ride e si diverte grazie al meccanismo dell’identificazione. Una lettura delle nostre origini che, in chiave umoristica, ci rassicura e chiarisce perché l’universo maschile e quello femminile sono così lontani e allo stesso tempo così indispensabili l’uno all’altra.

Ad aprire la serata (ingresso ore 21.00) musica dal vivo con la JAIA BAND (5 elementi)

ORE 22,00 – PRIMA PARTE dello SHOW con OSPITI a sorpresa

ORE 23,30 circa – RINFRESCO DOLCE E SALATO con BRINDISI di mezzanotte e FUOCHI D’ARTIFICIO all’aperto davanti al Teatro

MUSICA dal vivo CON LA JAIA BAND

ORE 00,30 – SECONDA PARTE dello SHOW e gran finale