Philomena Gratis a Milano

philomenaGhiotta anteprima gratuita a Milano.

il 10 dicembre 2013 al cinema Odeon è in programma Philomena, con protagonista il premio Oscar Judi Dench.

Irlanda, 1952. Philomena resta incinta da adolescente. La famiglia la ripudia e la chiude in un convento di suore a Roscrea. La ragazza partorirà un bambino che, dopo pochi anni, le verrà sottratto e dato in adozione.
2002. Philomena non ha ancora rinunciato all’idea di ritrovare il figlio per sapere almeno che ne è stato di lui. Troverà aiuto in un giornalista che è stato silurato dall’establishment di Blair e che accetta, seppur inizialmente controvoglia, di aiutarla nella ricerca. Gli ostacoli frapposti dall’istituzione religiosa saranno tanto cortesi quanto depistanti ma i due non si perdono d’animo.

Per avere due biglietti omaggio è sufficiente registrarsi a questo link http://primafila.viaposta.it/registrazione.php

Annunci

All in One Movie: Paolo Lipari al Mic

cinemaPaolo Lipari racconta al Mic il suo progetto.

Venerdì 13 dicembre 2013 alle ore 18 verrà inaugurata presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema, la mostra In One All MOvie, una serie di opere visive realizzate dal regista Paolo Lipari dedicate a film, compressi in un’unica immagine.

Undici opere esposte, tra cui alcuni pezzi unici, presenteranno l’intera pellicola cinematografica compressa in una sola immagine: il film diventa, così, un’opera d’arte. Da Psycho a Kill Bill, da I quattrocento colpi a Apocalypse now, ogni film in oggetto è omaggiato attraverso un sistema studiato per l’accelerazione progressiva del film favorendo la sovrapposizione dei fotogrammi entro tempi di durata sempre più ristretti. Il risultato ottenuto è un’immagine in cui i fotogrammi del film risultano schiacciati uno sull’altro.

Paolo Lipari, produttore e regista di fiction, pubblicità, documentari, è stato suggestionato dall’idea di far viaggiare un film, di lanciarlo oltre Giove e l’infinito, creando un flash capace di contenere un intero racconto. Aumentando progressivamente la velocità del film, tutto tende ad “andare insieme”, nel vortice dell’accelerazione i fotogrammi, una volta costretti allo scontro, finiscono per fondersi in forme imprevedibili e misteriose.

Un progetto inedito, mai tentato prima, una collezione di immagini che non sono propriamente quadri e neppure fotografie. Per identificarle l’autore ha pensato a una sigla che ne precisasse l’intenzione più ancora che la tipologia battezzandole con una dichiarazione: I.O. A.MO., acronimo di In One All Movie.

 

Tutto il Cinema di Wong Kar-Way allo Spazio Oberdan

cinemaDal 20 al 29 novembre, la Fondazione Cineteca Italiana propone otto film per ripercorrere la carriera di Wong Kar-way, il cui ultimo, bellissimo film, The Grandmaster, è passato come una meteora nelle sale italiane nonostante il suo indubbio valore.

Nato a Shangai ma cresciuto a Honk Kong, Wong Kar-way è da molti considerato il più occidentale dei registi di quella che è stata un’autentica Nouvelle Vague del cinema orientale a partire dagli anni Ottanta. Il suo cinema è una perfetta fusione di tradizione e innovazione: classico nel riproporre temi come l‘intimismo esistenziale, e la passione amorosa, estremamente moderno nell’adottare un linguaggio dinamico, che spesso rinuncia a una lineare logica narrativa per seguire invece una progressione dettata dalle emozioni.

Titolo esemplare di questa personalissima estetica è il film che ha dato a Wong Kar-way la fama internazionale, Hong Kong Express (1994), in cui la grande città si fa simbolo di una solitudine esistenziale che nasce dalla frenesia della grande metropoli. Da quel momento, il percorso del regista è un susseguirsi di capolavori: da Angeli perduti (1995), in cui a fare da sfondo alle gesta dei protagonisti torna in scena il caos del tessuto urbano hongkonghese, e Happy Together (1997), premio per la miglior regia al Festival di Cannes, a In the Mood for Love (2000), forse uno dei più intensi film d’amore di sempre, 2046 (2004), seguito ideale dell’opera precedente, e Un bacio romantico (2007), altra variazione sul tema del bisogno di solitudine per provare a guarire le ferite del cuore. Fino ad arrivare al già citato The Grandmaster (2012) – che non è semplicemente un film sulle arti marziali ma una lettura poetica del kung fu che diventa opera d’arte e una stupenda storia d’amore -, preceduto nel 2008 da Ashes of Time Redux, nuova versione di quell’ Ashes of Time realizzato nel 1994 che pur contenendo già tutta la ricchezza estetica del regista non ottenne il successo sperato.

African Safari 3d Gratis a Milano

africaVolete vedere l’Africa da vicino?

Non perdetevi allora la ghiotta anteprima di African Safari 3d, un documentario a tutto tondo, girato con la nuova tecnica del 3d, che porta sullo schermo le straordinarie bellezze naturali dell’Africa, per sensibilizzare lo spettatore sul pericolo dei cambiamenti climatici e del nostro modello economico di sfruttamento delle risorse.

Il film è in programma il 20 novembre e gli inviti sono validi per tre persone.

Ecco il link http://www.echogroup.it/AllUsers/SurveyTemplate2.aspx?surveyId=346

Lungo Weekend Comunista

cinema1Weekend di film al MIC – Museo Interattivo del Cinema che propone dal 22 al 24 novembre  un lungo week-end comunista composto da 10 lungometraggi e 7 cortometraggi a tema.

La rassegna propone cortometraggi, film restaurati, animazione e filmati di propaganda comunista e anticomunista, per riflettere su un tema attualissimo.

Non mancherà un’anteprima: il documentario italiano La voce di Berlinguer, basato su un discorso di Berlinguer che affronta la ricerca della felicità e la questione morale, presentato fuori concorso alla 70esima Mostra del Cinema di Venezia e introdotto in sala dal regista Mario Sesti.

Before Midnight Gratis a Milano

immJulie Delpy e Ethan Hawke tornano nuovamente insieme al cinema per chiudere la trilogia che li ha visti protagonisti.

Dopo Prima dell’Alba e Prima del Tramonto è al cinema Before Midnight.

A poco meno di vent’anni dal loro primo incontro, nel 1995 a Vienna, e a circa dieci dal secondo, nel 2004 a Parigi, vediamo di nuovo Jesse e Celine, adesso 41enni, confrontarsi verbalmente in Grecia. Di più sulla trama è meglio non dire, uno dei piaceri di questa saga atipica diretta da Richard Linklater (e sviluppata assieme agli stessi attori), sta infatti nella lenta scoperta attraverso il dialogo di cosa sia successo nel tempo trascorso dall’ultimo film e di quale sia il nuovo equilibrio dei due.

I più veloci potranno goderselo gratuitamente prenotando il proprio ingresso al seguente link http://beforemidnight.iovadoalcinema…ome/primissima

In bocca al lupo!

Agenda Brasil: Milano scopre il Brasile

brasileUn appuntamento unico e tutto milanese per conoscere da vicino il Brasile.

Si chiama Agenda Brasil la sei giorni (dal 6 al 15 novembre) organizzata dall’associazione culturale Vagaluna in diversi spazi della città all’insegna di cinema, fotografia, musica e multiculturalità.

Per la rassegna cinematografica sono stati selezionati dodici film della produzione brasiliana. Saranno presenti tre registi che proporranno in anteprima i loro film al pubblico italiano. Tra le proiezioni segnaliamo: Colegas, premiatissimo road movie i cui protagonisti sono tre ragazzi con la Sindrome di Down; Vinicius de Moraes, un tributo a uno dei più importanti musicisti e scrittori brasiliani nel centenario della sua nascita; Gonzaga de pai pra filho, storia di due dei più amati protagonisti della musica popolare brasiliana; 5xFavela – agora por nós mesmos, risultato di un laboratorio di cinema tenuto da registi affermati presso alcune favelas di Rio de Janeiro. E quando si parla di Brasile, non può mancare il calcio: il pluripremiato Heleno mostra l’ascesa e la decaduta del calciatore che era ritenuto il principe di Rio de Janeiro degli anni 40.

Il lungometraggio scelto dal ministero della cultura per rappresentare il Brasile all’Oscar 2014 sarà uno dei film in evidenza durante l’Agenda Brasil. O Som ao Redor racconta la storia di una milizia in una strada di classe media nella Zona Sud di Recife che cambia la vita dei residenti locali. Un’altra chicca della rassegna sarà il film Limite, opera unica di Mario Peixoto del 1931, che sarà proiettato con accompagnamento musicale dal vivo. Altri classici sono Il Dio Nero e il Diavolo Biondo di Glauber Rocha e Non portono lo smoking di Leon Hirszman. Tutti i film saranno proiettati in lingua originale con sottotitoli in italiano.

Ci sarà anche la fotografia a raccontare l’amore dei brasiliani per il calcio, in vista dei mondiali del 2014, che il Brasile ospiterà. Con la mostra “Futebol da Gente”, il fotoreporter Evandro Teixeira è sceso in campo per ritrarre il gioco del pallone nella sua forma più coinvolgente: il calcio di strada.

Non mancherà lo spazio per i bambini. Il programma di Agenda Brasil si mescola a quello della rassegna Piccolo Grande Cinema, organizzato dalla Fondazione Cineteca e che dedica la sua giornata inaugurale al Brasile con la proiezione del film “Tainá una leggenda amazzonica”, per poi proseguire con una lezione di samba per bambini e racconti della tradizione brasiliana.

Ci saranno anche due incontri con il pubblico: uno sull’attualità e uno sulla letteratura in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano. Inoltre per tutta la durata della manifestazione, la Mediateca Santa Teresa metterà a disposizione del pubblico uno spazio dedicato al Brasile, dove gli utenti potranno ascoltare musica, guardare film e trasmissioni musicali e sportive brasiliane raccolte nelle Teche RAI.

Un aperitivo musicale e una festa danzante apriranno e chiuderanno la manifestazione.

La direzione artistica è affidata a Regina Nadaes Marques, la presentazione dei film durante la rassegna saranno a cura del critico cinematografico Marco Palazzini mentre l’organizzazione generale è di Marcella Baraldi.