Giovani Talenti, Grandi Sogni: Concerto Benefico

grandiConcerto benefico all’Auditorio Giuseppe Verdi e proventi per i bambini dello Sri Lanka.

Domenica 15 dicembre all’Auditorium Giuseppe Verdi si terrà il CONCERTO DI NATALE:GIOVANI TALENTI,GRANDI SOGNI i cui proventi saranno devoluti completamente all’aiuto dei bambini dei nostri progetti in Sri Lanka. I ragazzi dell”orchestra Junior LaVerdi (9-17 anni) suoneranno per i bambini e i ragazzi dello Sri Lanka in un bellissimo programma di musiche natalizie. 
Il costo dei biglietti in vendita e prevendita presso gli sportelli de La Verdi è di 10 € studenti e under 30, 15€ galleria, 25€ platea.

L’orchestra Sinfonica Junior de laVERDI riunisce giovani talenti dai 9 ai 17 anni, sotto la guida dei Maestri dell’Orchestra Verdi. Per questa speciale serata l’Orchestra Junior eseguirà musiche di P.I. Tchaikovsky, G.F Handel, I. Berlin, B. Britten, J. Rutter e antiche melodie natalizie. Dirige il Maestro Pilar Bravo

I biglietti si possono acquistare sul posto la sera stessa oppure:

contattando: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo
Largo Gustav Mahler
martedì/domenica ore 14.30/19.00
Lunedì chiuso
tel. 02.83389.401/402/403
fax 02.83389.300

Oppure lo spazio dedicato presso MY LINK POINT CADORNA
Piazza Cadorna ,14
Lunedì/sabato 10.00/18.00 orario continuato
Domenica dalle 10.00/ 16.00 orario continuato
tel. 02/85114865

Per info: associazione.realmonte@gmail.com

Annunci

Violetta in Città: Milano Celebra la Lirica

scala-milanoIn attesa della prima della Scala e in occasione delle celebrazioni verdiane, Milano celebra la lirica e il bel canto con Violetta in città.

Nel Bicentenario della nascita del grande compositore, infatti, sarà l’opera  la Traviata che ha per protagonista Violetta ad aprire la 235esima stagione scaligera il prossimo 7 dicembre, alle ore 18, con la direzione di Daniele Gatti e la regia e le scene di Dmitri Tcherniakov.

Durante la settimana che precede la Prima della Scala, “Violetta in città” diffonderà le note de “La traviata” in Galleria Vittorio Emanuele II nei mezzanini ATM delle stazioni di Duomo, Garibaldi, Loreto, Cadorna, Centrale e nei parcheggi dell’aeroporto di Linate le celebri arie e le romanze tratte dalle opere di Giuseppe Verdi, quali Rigoletto, Il Trovatore, La traviata, Aida.

Le arie verdiane si propagheranno in città anche grazie ai bici-generatori di Edison che, distribuiti in giro per la città (via Dante, via Marconi, piazza Oberdan, piazza Sant’Eustorgio, piazza San Fedele, piazza XXIV Maggio), permetteranno di accumulare energia pulita e diffondere così le note de “La traviata”.

Soweto Gospel Choir al Manzoni di Milano

gospel-choirCome ogni anno si rinnova al Manzoni di Milano un appuntamento attesissimo, quello con la musica gospel il 1 dicembre 2013 (ore 20.45).

Quest’anno il Manzoni ospita il Soweto Gospel Choir, uno strepitoso collettivo corale sudafricano che raccoglie i migliori talenti provenienti dalle chiese e dalle comunità di Soweto, ed il cui scopo è quello di condividere la gioia della fede attraverso la musica.

Profondamente stimati da artisti come Bono, Queen, Annie Lennox, Diana Ross, Jimmy Cliff, Céline Dion e Peter Gabriel, i coristi del Soweto Gospel Choir si esibiscono in 8 lingue sudafricane presentando un programma che combina il gospel tribale, tradizionale e popolare, africano ed occidentale.

L’alternarsi di ritmi profondi e di ricche armonie, la forza estatica del canto a cappella e delle carismatiche esecuzioni esaltano sentimenti profondi ed esprimono le grandi speranze e la rinnovata vitalità del Sudafrica.

Premiato due volte con il Grammy Award, il Soweto Gospel Choir sotto la direzione di David Mulovhedzi e Beverly Bryer, con 22 artisti in scena, tra cantanti, ballerini e percussionisti riesce a scuotere le anime, trasmettendo al pubblico la bellezza e la passione che caratterizzano l’Africa.  

 

 

 

Tutto il Cinema di Wong Kar-Way allo Spazio Oberdan

cinemaDal 20 al 29 novembre, la Fondazione Cineteca Italiana propone otto film per ripercorrere la carriera di Wong Kar-way, il cui ultimo, bellissimo film, The Grandmaster, è passato come una meteora nelle sale italiane nonostante il suo indubbio valore.

Nato a Shangai ma cresciuto a Honk Kong, Wong Kar-way è da molti considerato il più occidentale dei registi di quella che è stata un’autentica Nouvelle Vague del cinema orientale a partire dagli anni Ottanta. Il suo cinema è una perfetta fusione di tradizione e innovazione: classico nel riproporre temi come l‘intimismo esistenziale, e la passione amorosa, estremamente moderno nell’adottare un linguaggio dinamico, che spesso rinuncia a una lineare logica narrativa per seguire invece una progressione dettata dalle emozioni.

Titolo esemplare di questa personalissima estetica è il film che ha dato a Wong Kar-way la fama internazionale, Hong Kong Express (1994), in cui la grande città si fa simbolo di una solitudine esistenziale che nasce dalla frenesia della grande metropoli. Da quel momento, il percorso del regista è un susseguirsi di capolavori: da Angeli perduti (1995), in cui a fare da sfondo alle gesta dei protagonisti torna in scena il caos del tessuto urbano hongkonghese, e Happy Together (1997), premio per la miglior regia al Festival di Cannes, a In the Mood for Love (2000), forse uno dei più intensi film d’amore di sempre, 2046 (2004), seguito ideale dell’opera precedente, e Un bacio romantico (2007), altra variazione sul tema del bisogno di solitudine per provare a guarire le ferite del cuore. Fino ad arrivare al già citato The Grandmaster (2012) – che non è semplicemente un film sulle arti marziali ma una lettura poetica del kung fu che diventa opera d’arte e una stupenda storia d’amore -, preceduto nel 2008 da Ashes of Time Redux, nuova versione di quell’ Ashes of Time realizzato nel 1994 che pur contenendo già tutta la ricchezza estetica del regista non ottenne il successo sperato.

Showcase the Grooming al Circolo Tirso

concertoUna piccola scimmia che si dondola nell’aria, appesa per la coda. E’ questo il simbolo di The GrOOming, band milanese di musica elettronica dai “1000 volti”, come suggerisce il titolo di una loro canzone riferendosi ai molti volti noti presenti nel progetto.

Il nuovo album verrà presentato a Milano in via Tirso 3,  il prossimo 2 dicembre.

Nata nel 2007 dall’intuizione e dall’estro di Paolo Girelli – bassguitar – e di Giacomo Vanelli – Giackxx, programming e synth –si ispira al Bristol sound, al trip hop firmato Massive Attack, Tricky (con cui hanno condiviso il palco @Live di Trezzo ad aprile 2013) e ai Portishead. Un percorso creativo che si snoda tra musica, sperimentazione e originalità e che nel corso del tempo si è costantemente arricchito, grazie anche al supporto di Daniele Falletta alle chitarre e di Emanuele Alosi alla batteria. Un set multiforme accompagnato da proiezioni e video performance d’eccezione, dove suoni e colori si fondono in modo indissolubile.

Passo dopo passo, incisione dopo incisione, l’esperienza musicale è arricchita da eccellenti collaborazioni. Ecco quindi alternarsi in studio e sul palco le voci di Meme Galbusera Gianluca “TheHuge” Plomitallo, Jack Jaselli , Alessandra Contini, Ezio Castellano, Denise Misseri e Ketty Passa, Paolo Martella, Chiara Canzian per esprimere dolcezza, oscurità, sensualità, disperazione, denuncia, decadenza. Linee melodiche che si intrecciano in maniera spontanea, quasi per gioco; un monologo interiore, in un inglese scimmiottato e scimmiesco, che lascia trasparire la personalità di ogni interprete per quello che si presenta come un vero e proprio collettivo artistico, oltre che una band. Un progetto in continua evoluzione, un progetto dai 1000 volti.

L’uscita del nuovo album di The GrOOming, ThisConnect, sulle piattaforme digitali, è prevista per il 3 dicembre 2013.

Autunno Americano: Concerti a Palazzo Reale

musica_classicaNell’ambito dell’Autunno Americano, sono previsti concerti gratuiti a Palazzo Reale.

Ecco i prossimi appuntamenti:

Domenica 17 novembre, sempre alle ore 20.30. con “New York Telephone Book”, dal titolo di un brano di Michael Torke, il programma è un elenco telefonico dei più rappresentativi compositori contemporanei della Grande Mela. Sentieri Selvaggi esegue il seguente programma:

– Steve Reich, Clapping Music

– Michael Gordon, acdc

– Annie Gosfield, Cranks and Cactus Needles

– Philip Glass, Façades

– John Cage, Story da “Living Room Music”

– David Lang, Sweet Air;

– Michael Torke, The Telephone Book

Sabato 30 novembre, alle ore 20.30, è la volta di “Trascending Nature”, con il pianista Emanuele Arciuli, che percorrerà le strade del pensiero compositivo americano attraverso i grandi affreschi musicali di autori come Rzewski e Adams. In programma :

– Kyle Gann, Earth Preserving Chant (prima esecuzione europea)

– Frederic Rzewski, Winnsboro Cotton Mill Blues

– George Crumb, Eine Kleine Mitternachtmusik – Rumination on Thelonious Monk

– John Adams, Phrygian Gate

 Lunedì 2 dicembre, alle ore 18.00 , andrà in scena il Quartetto d’Archi di Torino esegue il “Quartetto II di Morton Feldman”, che avvolgerà gli ascoltatori con l’ipnotico flusso della musica e le continue variazioni di tempo, da 1/8 a 11/4. Il Quartetto di Torino è l’unico in Italia ad avere il brano in repertorio, e lo ha già eseguito a Bolzano nel 2009 e in Olanda nel 2010.

 Maggiori informazioni su www.autunnoamericano.it

Bitte: Un Weekend di Musica

concertoConcerti e musica al Bitte di Milano venerdì 8 e sabato 9 novembre.

Ecco il programma:

Venerdì 8 Novembre. BITTE ROCK FESTIVAL – BOX15 & Poco di Buono Live!

Super serata al Bitte per un mega concerto delle due band segratesi del momento:BOX15 – https://www.facebook.com/BOX15band?ref=hl Poco di Buono – https://www.facebook.com/PocodibuonoPDB?fref=ts

A seguire Djset Anni ’70-’80-’90!

Sabato 9 novembre. DNBisWKD! presenta SPY

Navetta gratuita da MM Lambrate!!!!

http://www.bittemilano.it