Il Diavolo Custode al Manzoni di Milano

vincenzo-salemme-2509_mediumTorna al Manzoni di Milano fino al 31 dicembre un grande mattatore del cinema e del teatro, Vincenzo Salemme, scrittore, regista e interprete de Il Diavolo Custode.

Gustavo Gambardella è il classico uomo medio strozzato dai debiti e assediato dalla famiglia. Proprietario di un piccolo bar, per portare avanti questo esercizio ha chiesto un mutuo oneroso alla banca. Ma le cose non vanno bene. La moglie, e non solo la moglie lo rimprovera perchè troppo onesto. Gustavo è combattuto. E’ effettivamente un uomo che crede nei valori come l’onestà e la fedeltà ai propri principi morali, ma è anche un uomo impaurito e insicuro. E proprio per questo rappresenta l’enorme schiera di persone della cosiddetta classe media, perchè in questo momento si sentono sole e abbandonate, sperdute in un mondo dove solo la finanza sembra dettare le regole della vita sociale.

A questo Gustavo un giorno si presenta il Diavolo Custode. Un diavolo tentatore, un diavolo che ama il dubbio e l’inquietudine. Gustavo fa resistenza, non vuole ascoltare, il diavolo gli fa paura. Cosa vuole da lui? Lui sta bene, è un uomo felice e sereno. Sono queste le illusioni a cui si aggrappa per affrontare il signore del male. Ma se tutto andasse davvero così bene, gli chiede il diavolo “Come mai allora hai comprato una pistola? A chi vuoi sparare?”.

Quante persone oggi avrebbero bisogno di incontrare il proprio diavolo custode? Facciamo sempre appello all’angelo, ma l’angelo ci protegge, nel caso di Gustavo invece c’è bisogno del dubbio, dell’inquietudine. Quante persone vivono nell’illusione che col tempo tutto si metterà a posto, che in fondo le cose non vanno poi tanto male? E quante persone invece avrebbero bisogno di cambiare vita con coraggio? Il dilemma che si pone a Gustavo è questo: usare la pistola o vendere l’anima al diavolo in cambio di una vita di successi? E voi vendereste l’anima al diavolo? 

Capodanno 2013: I Festeggiamenti organizzati dal Comune

15719072-data-di-capodanno-2013-di-luce-scintilla-su-sfondo-rosso-scuroMilano accoglie il 2013 con una notte di musica e spettacolo in tre diversi luoghi della città: la Fabbrica del Vapore, lo spazio delle Officine Creative Ansaldo e piazza Affari.

 I festeggiamenti si concluderanno la sera del 1 gennaio con un concerto nella Chiesa di San Marco.

La Fabbrica del Vapore ospiterà, a partire dalle ore 22 e fino alle 2, un Capodanno all’insegna della musica live insieme ai protagonisti della scena indipendente rock italiana: Daniele Silvestri, Dente, Brunori Sas, Tre Allegri Ragazzi Morti.

Aprono la serata Tre Allegri Ragazzi Morti: nella storia del trio mascherato ci sono più di mille concerti e sette dischi ufficiali. Brunori Sas (Dario Brunori) porterà subito dopo sul palco i suoi brani disadorni e diretti, ora disillusi ora romantici, ironici e cremosi, filtrati attraverso sonorità secche e retrò. Dente nel suo spettacolo proporrà il suo pop stralunato e romantico. L’accoglienza del nuovo anno è affidata alle canzoni di Daniele Silvestri, artista e cantautore poliedrico.

L’ingresso alla Fabbrica è libero ed è attivo un punto ristoro. L’evento è realizzato dal Comune in collaborazione con Associazione FDVLAB – Laboratori Fabbrica del Vapore e Shining Production.

Negli spazi delle Officine Creative Ansaldo O.C.A, dalle ore 20 alle 4 del mattino, notte di musica dance contemporanea con “Milano Eurodance 2013”. Il programma prevede in prima serata e fino alle ore 23.30 musica d’ascolto; poi dj set nelle aree Palco e Agorà con due diverse proposte.

Nello Spazio Palco le sonorità elettroniche underground dei Taste Kollektive DJS, una fra le realtà più innovative e apprezzate della scena milanese, che per la prima volta presenterà uno speciale show case a sei mani ai piatti sui quali si alterneranno per tre ore consecutive Oniks, Soren e The Octopus.

 Lo Spazio Agorà invece sarà il regno di “Eurodance”: alla consolle un ospite d’eccezione, dj Molella, uno dei più celebri dj della scena europea, e vari performer milanesi.

L’Ingresso è gratuito con prima consumazione obbligatoria a 10 euro, dalle 22.00 in poi.

Per chi invece parteciperà all’evento già in prima serata, a partire dalle 20.00 sarà a disposizione un “dinner buffet” che comprende anche 2 consumazioni e il brindisi di mezzanotte con spumante e dolce.
FB milano eurodance 2013/officine creative ansaldo. Info: 3283731176 –3342065185
“Milano Eurodance 2013” è organizzato da Barley Arts, Modart, RND Promotion, Absolute e Unconvention.

In piazza Affari, a partire dalle 22.30, il pubblico verrà accolto in piazza, dove giochi di luce saranno proiettati sulle pareti degli edifici e suggestive decorazioni scenotecniche creeranno un clima di attesa, fino alle 23 quando inizierà “La notte degli elementi”, un vero e proprio spettacolo di teatro-circo acrobatico-figurativo, progettato da Alessandro Serena.

 in scena gli elementi naturali: l’aria verrà invasa dalle esibizioni degli straordinari artisti provenienti dalla tradizione del circo italiano, che si sono esibiti con il Cirque du soleil, al Festival di Montecarlo e al Lido di Parigi.

Domenica 1° gennaio, alle ore 21, nella Basilica di San Marco, si svolgerà il “Concerto della Pace” con 9 solisti (otto musicisti e un cantante) dell’Arab Music Orchestra di Nazareth, unica orchestra in cui israeliani e palestinesi suonano insieme, con le voci di Raiz e di Antonella Ruggiero.
Il repertorio è in gran parte tratto dalla ballate dell’egiziana Oum Koultum
, vera e propria leggenda del mondo della musica araba, ma i brani dell’orchestra di Nazareth sono anche di altri compositori della musica araba, quasi tutti egiziani.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

La Vedova Allegra al Manzoni

Ancora operetta a Milano per la notte di Capodanno.

Il Manzoni propone la Vedova Allegra, capolavoro di Lehar, ci regala la più bella musica possibile punteggiata di valzer, di romanze, di duetti: protagonisti l’irruente Anna Glavary (Elena D’Angelo) e il bel Danilo (Francesco Tuppo).

Rivolgendosi ad un pubblico di tutte le età, la Compagnia Italiana di Operette la sera di San Silvestro, avrà il piacere di essere presente con tutti i suoi artisti anche nel dopo-spettacolo per brindare all’arrivo del nuovo anno, impreziosito dai sontuosi costumi dei personaggi, dando così a tutti l’opportunità di conoscere da vicino le storie, le abitudini, le esperienze di viaggio e gli aneddoti di una delle più accreditate compagnie teatrali itineranti di tutta Italia. Un’esperienza che darà modo allo spettatore, dopo essersi gustato il brillante spettacolo “La Vedova Allegra”, di vivere la magia del teatro anche dietro le quinte entrando in contatto con un mondo fatto di impegno, dedizione, sacrifici, amori ed umorismo. Si festeggia con spumante, panettone e un piccolo buffet salato.

Si replica il l’1 e il 6 gennaio 2012.