Coco Chanel in Mostra a Palazzo Morando

Coco-Chanel-508x340Una mostra a Palazzo Morando racconta la signorina per eccellenza della moda, la grandissima Coco Chanel, icona di stile e protagonista assoluta del Novecento.

Si chiama “Coco Chanel: un Nuovo Ritratto Dipinto da Marion Pike. Parigi, 1967-71”, e propone un’ esposizione di dipinti, abiti, fotografie e documenti esplora e presenta al grande pubblico le biografie, l’amicizia e l’intesa creativa tra due donne di straordinario talento del ventesimo secolo: la couturière francese Gabrielle Bonheur Chanel (1883 – 1971), in arte Coco Chanel, e l’artista californiana Marion Pike (1913 – 1998).

Marion Pike conobbe Coco Chanel a Parigi nel 1967, quando dipinse il suo ritratto. La storia della loro amicizia – che la mostra rivela al mondo per la prima volta – svela una dimensione inedita della stilista francese. Da qui il significato del titolo della mostra “Un nuovo ritratto dipinto da Marion Pike”, ovvero la rivelazione della natura più intima e autentica di Chanel.

Amica personale e ritrattista di personaggi dello spettacolo, collezionisti d’arte e altre celebrità – non solo Chanel, ma anche Claudette Colbert, Katharine Hepburn, Bob Hope, Zubin Mehta, Artur Rubinstein, Frank Lloyd Wright, Estée Lauder, Lucille e Simon Norton e molti altri – Marion Pike è stata una pittrice di talento e una ritrattista nota per le sue opere spesso di grandi dimensioni.

Dal 6 dicembre al 2 marzo 2014 presso le sale espositive al pianoterra di Palazzo Morando , con ingresso dedicato da via Bagutta 24.

Annunci

Giochi da Salotto: Una Mostra a Palazzo Morando

mostraPalazzo Morando ospita una mostra dedicata ai passatempi da salotto, in voga in Italia dal ‘500 all”800

Si chiama “Giochi da salotto, giochi da osteria nella vita milanese dal Cinquecento all’Ottocento”, in programma a Palazzo Morando dal 15 dicembre 2012 al 3 marzo 2013, con ingresso gratuito.

Attraverso una selezione di 150 esemplari- stampe, cartelle e tavolieri in arte povera, matrici da stampa, calendari, libri, opuscoli e attrezzi per il gioco – la mostre ricostruisce la storia dei giochi da tavolo e le mode figurative che caratterizzarono quelli più diffusi tra il Cinquecento e l’inizio dell’Ottocento a Milano.

Intervengono all’inaugurazione Marina Messina, Direttrice Polo dell’Ottocento, e Alberto Milano, curatore della mostra.

 

Settimana della Moda: a Palazzo Morando una Rassegna Cinematografica ad ingresso gratuito

L’Assessorato alla Cultura, in occasione della Settimana della Moda, dal 26 al 28 settembre prossimi, organizza a Palazzo Morando, in via Sant’Andrea 6, la rassegna cinematografica “Dietro il volto della moda”.
Sei proiezioni – due per sera, una alle 20.30 e l’altra alle 22.30 –  a ingresso gratuito fino a esaurimento posti (120), legate ai temi e al mondo della moda.
Ecco il programma:

Mercoledì 26 settembre

Ore 19.30 DIVINE
di Chiara Brambilla (Italia 2010, 52’). Emily, Lucrezia e Rebecca hanno dieci anni e un sogno (o forse un destino) in comune: diventare modelle. Tre bambine, tre storie diverse che hanno come traguardo le passerelle lungo cui ogni bambina-modella sogna di sfilare, quelle di Pitti Bimbo, il più importante appuntamento del mondo della moda per bambini. Spazi a confronto: quello indefinito della loro emotività e quello scintillante del sistema di cui sognano di far parte. E ancora, il confronto più importante, quello con i propri genitori. “Divine” ci racconta tre storie delicate, il ritratto di tre bambine ma anche dell’Italia di oggi, visto dai loro occhi.

A seguire ore 21.00 dibattito sul tema “I lati oscuri della moda, anoressia e sfruttamento di corpi e di sogni”, con Chiara Brambilla regista di Divine, Marco Pozzi, regista di Maledimiele, Silvia Bisconti, designer di Raptus & Rose e Luca Micheletti, psichiatra. Modera Barbara Sorrentini, giornalista di Radio Popolare.
Nel corso del dibattito proiezione del cortometraggio Petali Milano.

Ore 22.00 MALEDIMIELE
di Marco Pozzi (Italia 2010, 106’). Sara è un’adolescente affetta da disturbi alimentari. In seguito a una delusione amorosa ha deciso di raggiungere il peso ideale di 38 chili e, giorno dopo giorno, vive con sempre maggior impegno il regime dietetico autoimposto e la dedizione allo sport e all’attività fisica. I suoi genitori sono troppo coinvolti dal lavoro e da un’evidente crisi coniugale per rendersi conto dei problemi della figlia. Ma anche le due migliori amiche fanno fatica a leggere al di sotto dei suoi sorrisi e del comportamento da studentessa modello. È infatti nei lunghi momenti di solitudine che Sara confessa a se stessa e alle pagine di un blog le proprie tensioni legate all’apparenza e il naturale bisogno di affetto.

Giovedì 27 settembre

Ore 20.30 VALENTINO: The Last Emperor
di Matt Tyrnauer ( USA 2008, 96’). Un documentario sulla carriera del celebre sarto e stilista Valentino e sull’impero commerciale da lui costruito. Tyrnauer rivela Valentino nei recessi più intimi del processo creativo.

Ore 22.30 COCO AVANT CHANEL – L’amore prima del mito
di Anne Fontaine (Francia 2009, 111’). La carriera di Coco Chanel, la grande stilista francese, che “incarnò la donna moderna prima di inventarla” e che arrivò a essere tutt’uno con il modello che proponeva attraverso i suoi abiti passati alla storia come vere e proprie creazioni d’arte. “Coco avant Chanel” punta la macchina da presa sulla formazione di una leggenda, che ha vestito – prima fra tutti – il femminismo moderno.

Venerdì 28 settembre

Ore 20.30 ABOUT FACE – Dietro il volto di una top model
di Timothy Greenfield-Sanders (USA 2012, 75’). Il film si proietta in contemporanea con l’uscita in esclusiva nelle sale. Diretto dal grande fotografo Timothy Greenfield-Sanders e presentato al Sundance 2012, “About Face – Dietro il volto di una top model” riunisce alcune leggende della moda che hanno definito e ridefinito il concetto di bellezza femminile dagli anni ’40 agli ’80, per riflettere sulle loro vite, la loro carriera e il loro complesso rapporto con l’aspetto fisico e il business della bellezza.

Ore 22.30 IL DIAVOLO VESTE PRADA
di David Frankel (USA 2006, 110′). Una giovane scrittrice nello spietato mondo della moda.
La volubile e crudele Miranda Priestly è un mito della moda: dirige la rivista più venduta e prestigiosa a livello internazionale, “Runaway”. Andrea Sachs, ventitreenne che sogna di diventare scrittrice, accetta di lavorare per lei in cambio di una futura raccomandazione

Capi d’Opera: Mostra d’Eccellenza a Palazzo Morando

Una mostra che celebra l’Eccellenza italiana.

La Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, venerdì 30 Marzo, in occasione delle Giornate Europee dei Mestieri d’Arte (30 Marzo – 1 Aprile 2012), verrà inaugurata a Milano presso il Museo di Palazzo Morando la mostra “Capi d’Opera. Le eccellenze del saper fare a Milano e in Lombardia”.

Posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e realizzata in partnership con il Comune di Milano – Assessorato alla Cultura, la mostra ha lo scopo di incrementare l’attenzione di pubblico, istituzioni, media e opinion makers sul patrimonio dei mestieri d’arte italiani e in particolare sul “saper fare”: dall’industria all’autoproduzione, attraverso la presenza di botteghe,
atelier, opifici e maestri artigiani di Milano e della Lombardia, vale a dire di un territorio che da sempre esprime una “cultura del fare” particolarmente produttiva, riconosciuta a livello internazionale.
 
L’iniziativa è resa possibile grazie alla prestigiosa e storica Maison ginevrina Vacheron Constantin: la più antica Manifattura di Alta Orologeria da sempre e promuove i mestieri d’arte nel mondo con opere di mecenatismo culturale volte a valorizzare un savoir-faire che è un patrimonio vivente.
Vacheron Constantin è partner ufficiale delle Giornate Europee dei Mestieri d’Arte dal 2011: dopo aver sostenuto l’Institut National des Métiers d’Art nei percorsi alla scoperta degli atelier parigini, rivolge ora la propria attenzione anche a Milano, promuovendo la mostra e invitando a Palazzo Morando il maestro giapponese Munenori Yamamoto. Esponente della Maison Zôhiko, fondata a
Kyoto trecento anni fa, Yamamoto-san dimostrerà al pubblico la propria abilità di laccatore decorando alcuni preziosi quadranti per Vacheron Constantin.
 

A Palazzo Morando con Neiade

Centro di Milano, via Sant’Andrea: un palazzo nobiliare del Settecento, a due piani e un mezzanino: siamo giunti a Palazzo Attendolo Bolognini, sede del Museo della Moda del Costume e dell’Immagine, inaugurato pochi anni fa nella nostra città. Un nuovo percorso espositivo che, raccogliendo l’eredità del Museo del Costume del Castello Sforzesco, si aggiunge a quello del Museo di Milano, che tra dipinti, stampe e oggetti da collezione racconta la storia della città. Due diversi modi di raccontare la storia e le storie della società milanese, spesso paralleli e più vicini di quanto non si possa immaginare.

Quando: domenica 22 gennaio 2012 ore 15.00 7 Costo: € 12,00 a persona per visita guidata

Prenotazione e pagamento entro il 16 Gennaio.
Prenotazione obbligatoria: 02 36565694 – 393 9440207 – prenotazioni@neiade.com